IIS “LEONARDO DA VINCI” - Maccarese Fiumicino -  Sapere i sapori 2015
Educazione al consumo  a cura della classe 2 C Liceo linguistico
OGM-Organismi geneticamente modificati   Giulia Colarusso, Andreea Gane I prodotti costituiti o derivati da OGM, sia alimenti che mangimi, sono obbligati a riportare sull’etichettatura la presenza di OGM,per garantire informazioni ai consumatori. Gli alimenti GM devono rispettare anche le prescrizioni in maniera di tracciabilità:  "come la capacità di rintracciare OGM e prodotti ottenuti da OGM in tutte le fasi dell'immissione in commercio attraverso la catena di produzione e di distribuzione". In conclusione, tutti i prodotti alimentari contenenti o costituiti da OGM o derivati da essi , con una presenza superiore allo 0.9% , devono riportare in etichetta la seguente dicitura : “contiene organismi geneticamente modificati”. Ogni paese può decidere se utilizzare OGM oppure no. L’Italia , per esempio , è uno di quei paesi non favorevoli all’uso di questi organismi geneticamente modificati , specialmente riguardo alle coltivazioni. Negli anni si sono create molte campagne favorevoli o no agli organismi OGM . I primi sostengono che non ci siano mai stati danni nell’uomo , ricavati dall’assunzione di questi organismi . Al contrario , le persone non favorevoli credono che la non conoscenza verso questi organismi possa distruggere interi ecosistemi. In Italia la contrapposizione tra favorevoli e contrari si sta polarizzando e vede gli scienziati contrapporsi agli ambientalisti. I primi sostengono che ciò che deve essere analizzato sono le caratteristiche genetiche di questi organismi , non le tecnologie con le quali essi vengono prodotti. A questa visione rispondono le associazioni ambientaliste  GREENPEACE , WWF , LEGAMBIENTE e COLDIRETTI che si occupano di sottolineare la pericolosità delle coltivazioni che usano proprio questi organismi.  Oggi nel mondo i prodotti che vengono coltivati grazie a questi OGM  sono : MAIS DOLCE (produce una sostanza velenosa agli insetti nocivi ); RISO DORATO (contiene una grande quantità di vitamina A ); POMODORI CHE SI CONSERVANO A LUNGO (riescono a produrre una sostanza che permette loro di non invecchiare subito ); SOIA ( il 57% della soia mondiale è prodotto ogm). Ma i prodotti ogm citati sopra non sono gli unici a contenere questi organismi: anche la carne e il formaggio di cui noi ci nutriamo contengono OGM , poiché sono alimenti che provengono da animali nutriti con mangimi come il mais. Perciò anche i prodotti italiani considerati prodotti DOP , in realtà sono comunque modificati. Inoltre in Italia è vietato la coltivazione di prodotti OGM ma non l’IMPORTAZIONE e non è obbligatorio esplicitare su etichettatura  che i prodotti “secondari” ( formaggi , carni e latte ) siano stati ottenuti con il concorso di prodotti OGM . I