IIS “LEONARDO DA VINCI” - Maccarese Fiumicino -  Sapere i sapori 2015

Lo spreco alimentare

    testo a cura della classe 2° A classico 
Quest’anno il progetto “Sapere i Sapori” ha come scopo la  sensibilizzazione dei giovani riguardo lo spreco alimentare  in  generale e sugli alimenti sprecati all’interno dell’ambito familiare.  Molto spesso infatti si tende a non fare attenzione alla data di  scadenza di alcuni alimenti oppure a gettarne altri perché  apparentemente rovinati, senza contare che questo provoca oltre  ad una perdita di denaro , un ingente danno ambientale; per fare  un esempio solo in Italia si sprecano 146 kg di cibo per persona  ogni anno e dal 1974, con l’avvento della produzione in serie e  dell’importazione di alimenti economici, lo spreco alimentare  è  aumentato del 50%. 
Per questo la nostra classe 2° A classico ha preparato un  questionario, in forma anonima, con lo scopo di raccogliere ed  analizzare i dati riguardanti questo fenomeno.  Le domande, a risposta multipla, sono finalizzate alla raccolta di  informazioni personali e alla sensibilizzazione riguardo la quantità  di cibo sprecato ogni giorno , cosicché ognuno nel proprio piccolo  possa provare a migliorare questi dati. 
Il questionario è stato somministrato alle cinque classi del corso  classico e a cinque studenti di altre cinque classi, per un totale di  120 questionari distribuiti.  Tutti i risultati sono stati visionati e catalogati dagli alunni del 2°A  classico  e sono riportati qui di seguito. 
Quest’anno il progetto “Sapere i Sapori” ha come scopo la  sensibilizzazione dei giovani riguardo lo spreco alimentare  in  generale e sugli alimenti sprecati all’interno dell’ambito familiare.  Molto spesso infatti si tende a non fare attenzione alla data di  scadenza di alcuni alimenti oppure a gettarne altri perché  apparentemente rovinati, senza contare che questo provoca oltre  ad una perdita di denaro , un ingente danno ambientale; per fare  un esempio solo in Italia si sprecano 146 kg di cibo per persona  ogni anno e dal 1974, con l’avvento della produzione in serie e  dell’importazione di alimenti economici, lo spreco alimentare  è  aumentato del 50%. 
Distribuzione e raccolta dati
Le seguenti domande prevedevano un SI o un NO si no Sapevi che in Italia per persona si sprecano 146 kg di cibo? 16 97 Ti capita mai che avanzi del cibo durante i pasti? 84 29 Sei abituato a differenziare gli scarti alimentari dal resto della spazzatura? 104 9 E’ tuo solito consumare gli avanzi di cibo? 80 31 Controlli la data di scadenza dei prodotti prima di acquistarli? 76 14 In famiglia di solito acquistate più confezioni  dello stesso prodotto anche se con la medesima scadenza? 64 47 Sai cosa comporta lo spreco alimentare? 61 48 Vorresti essere maggiormente informato sui sistemi utili a ridurre gli sprechi? 93 20 Le  seguenti domande prevedevano una risposta tra  alcune  proposte Risposta  più frequente Quanto cibo sprechi in media nel corso di una settimana? Non saprei Quali sono le possibili cause dello spreco alimentare? Eccessivo acquisto di prodotti Sapresti indicare delle azioni quotidiane che possano  ridurre lo spreco alimentare? Acquistare solo prodotti  necessari
Dalla nostra indagine è risultato che pochissime persone sono  consapevoli delle quantità di cibo che si sprecano ogni giorno;  crediamo che questo sia la conseguenza di uno scarso interesse e  di un’esigua sensibilità da parte delle famiglie.  In contrapposizione a quanto detto, notiamo che la maggior parte  degli intervistati afferma di differenziare gli scarti alimentari dal  resto di rifiuti e di consumare talvolta gli avanzi di cibo; questo è  positivo, in quanto significa che nelle case il cibo non viene gettato  via, come succede invece nei ristoranti quotidianamente.  Quasi tutti controllano la data di scadenza degli alimenti prima  dell’acquisto, cosa positiva come risultato della gestione familiare  del controllo degli alimenti (in base a come e quando devono  essere conservati), ma può essere visto come un dato negativo se  si pensa che questo accade perché negli ultimi anni, nei  supermercati e soprattutto nei discount, si è riscontrato un  carente controllo dei prodotti. 
Interpretazione e commento
Vengono comunque acquistati più prodotti con la stessa data di  scadenza, e questo può anche accadere per il semplice fatto che  una famiglia può essere composta da più membri. Può essere  considerato un dato negativo se si pensa a una famiglia composta  ad esempio da solo 3 persone, che non riesce a consumare tutti gli  alimenti entro la data di scadenza  Il numero di coloro che sono consapevoli di ciò che comporta lo  spreco alimentare è un po’ più alto di quelli che non ne sono a  conoscenza. Pensiamo che forse anche la scuola dovrebbe fornire  più informazioni in merito. A conferma di ciò vediamo che diverse  persone desiderano essere maggiormente informate sui sistemi di  riduzione degli sprechi, nonostante abbiano già un’idea di ciò che  li causa dal momento che molti hanno optato per l’eccessivo  acquisto di prodotti come una delle possibili cause dello spreco e  di conseguenza per ridurlo propongono l’acquisto dei soli prodotti  necessari.  In conclusione bisogna rendersi conto che lo spreco alimentare è  una delle realtà più gravi , che vede finire nelle pattumiere miliardi  di tonnellate di cibo, e probabilmente è un fenomeno ancora  sottostimato.